PROGETTI

1

SAN GIOVANNI

Dal 2015 le attenzioni e le principali attività dell'Associazione si sono rivolte nei confronti del Reparto (UOC) di Ematologia dell'Istituto dell'Addolorata di Roma presso il complesso ospedaliero San Giovanni, che comprende 4 ambulatori, un day-hospital con 12 poltrone e 2 posti letto per le infusioni terapeutiche e un reparto di degenza che, nell'insieme, offrono cure e assistenza per tutte le patologie legate alle leucemie acute e croniche e in generale alle malattie del sangue e degli organi che compongono il sistema emopoietico. 

4

SPAZI COMUNI ​

L'Associazione ha contribuito al miglioramento delle aree comuni del Reparto (UOC) di Ematologia dell'Istituto dell'Addolorata di Roma, ripristinando una parte del giardino, semi abbandonato, con l'allestimento di panchine e fioriere così da offrire a tutti i pazienti e ai loro familiari la possibilità di usufruire di uno spazio all'aperto sicuro e silenzioso a pochi passi dal reparto. 

7

BORSE SPESA​

Siloe nel 2020 durante la Pandemia , ha contribuito a superare la fase più delicata del lockdown aiutando concretamente con delle Borse Spesa 12 famiglie in grave difficoltà economica e sanitaria.

2

ELIMINA CODE

Grazie alla raccolta fondi avviata nel 2018 nel mese di dicembre è stato installato presso il Reparto (UOC) di Ematologia dell'Istituto dell'Addolorata di Roma un sistema di elimina code che agevolerà il sistema di visite e di analisi dell'ambulatorio e del day hospital del reparto.  

Un piccolo, ma importante, gesto per aiutare ad affrontare con serenità e benessere le attese dei momenti più difficili legati alla malattia e alla riabilitazione. 

3

ATTREZZATURE SANITARIE

Nel 2017 l'Associazione ha contribuito a migliorare il reparto di day-hospital e nel mese di novembre sono state consegnate alla UOC di Ematologia, in presenza della caposala Suor Regina e di tutto lo staff, i tavolini servitore e i gradini per l'accesso ai lettini così da agevolare e donare comfort ai pazienti sottoposti a cure nella struttura. 

5

BUTEMBO 

Negli ultimi tre anni, in collaborazione con la Santa Sede, con la Fondazione "Il Buon Samaritano" e con il Pontificio Consiglio per la Pastorale degli Operatori Sanitari, l'Associazione ha sostenuto la struttura ospedaliera di Butembo nella Repubblica Democratica del Congo, un paese africano ancora oggi caratterizzato dalla presenza di bande armate, milizie non governative, ex-militari e gruppi tribali che effettuano quasi quotidianamente incursioni e razzie con conseguenti massacri di civili. 

8

PER GLI HOMELESS 

Nel 2021 Siloe ha concluso un accordo con l'Elemosineria Apostolica per assistere l’ambulatorio per gli homeless presso S. Pietro. Come prima iniziativa è stata acquistata un’apparecchiatura specialistica per effettuare gli esami ematochimici, proprio per i pazienti particolarmente vulnerabili.

Si tratta di un macchinario di primaria importanza per garantire le cure a quanti non possono accedere ai presidi istituzionali, e per indirizzare più correttamente l’approccio diagnostico e terapeutico.

Il macchinario funziona con delle “cartucce” usa e getta, vendute al costo di 300 € la confezione (20pz.)e Siloe è riuscita anche a contribuire a garantire il funzionamento dell’apparecchiatura per almeno 60 test.

6

BORSE DI STUDIO 

Nell'ambito della formazione medica l'Associazione ha erogato 3 borse di studio per un impegno complessivo di oltre 15.000 euro prendendo in carico, ad esempio, la formazione dello specializzando Dr. Kasereke Mutsunga che grazie al contributo di Siloe è riuscito a perfezionare i suoi studi in Africa e in Italia prestando, fra le altre cose, servizio presso il reparto di Ematologia del Prof. Bagnato.

9

50 VACCINI 

Siloe accoglie l’appello di Papa Francesco ed offre 50 dosi di vaccino per gli homeless

malati oncologici. Siloe, che è già recentemente intervenuta in favore dell’Ambulatorio “Madre di

Misericordia” con la donazione di un mini-laboratorio per le analisi cliniche ematiche di base, ha

accolto immediatamente l’appello lanciato dalla Elemosineria Apostolica, impegnandosi ad

offrire 50 dosi di vaccino per la immunizzazione urgente degli homeless malati oncologici,

assistiti presso il medesimo Ambulatorio del Colonnato di San Pietro.